Vuoi attirare i collezionisti? Lavora sul tuo brand!

Come puoi creare un brand che attiri appassionati della tua arte e collezionisti e che ti permetta di vendere le tue opere d’arte?

In questo articolo capiamo insieme che cos’è un brand, a cosa serve e come si lega alla figura dell’artista.

 

 

CHE COS'È UN BRAND?

Tutti conosciamo dei brand che hanno fatto la storia, che sono entrati a far parte della nostra vita e che sono diventati, giorno dopo giorno, pietre miliari nell’immaginario collettivo. Pensa alla Coca Cola, al brand Chanel o alla Ferrari, per esempio.

Quando si parla di brand solitamente vengono in mente aziende di prodotti commerciali.

Ma il concetto di brand ha un’accezione molto più ampia e si applica anche al mondo dell’arte e agli artisti.

Pensa ad Andy Warhol, Jeff Koons o a Banksy.

Sono artisti che possono piacere o meno, ma tutti li conosciamo e questo proprio grazie al loro brand che risulta essere davvero efficace!

Ma che cosa s’intende con la parola “brand”?

Se fai una piccola ricerca online troverai tante definizioni, ma io preferisco spiegartelo in maniera molto semplice e terra terra: il brand è il modo in cui vieni percepito dal tuo pubblico.

 

Andy Warhol maestro di branding.

 

Nel momento in cui tu ti proponi al mondo come artista vieni automaticamente percepito dagli altri secondo alcune caratteristiche: grafiche, di stile, di valori, di scopo, comunicative, ecc.

Insomma, che lo voglia o meno tu sei già un brand.

Occorre capire se il tuo è un brand efficace o confuso e fuorviante.

E se vuoi iniziare ad attirare un pubblico affezionato che diventi poi collezionista devi incominciare a strutturare il tuo brand artistico in maniera corretta.

Ma com’è fatto un brand efficace?

 

IL TUO BRAND DEVE ESSERE RICONOSCIBILE

Il brand è un riflesso della tua attività di artistica

Innanzitutto tutto quello che proponi come artista dovrebbe essere riconoscibile al primo impatto.

Uno dei segreti per poter vendere le proprie opere è infatti proprio quello di essere riconoscibile, ovvero ciascuno dei tuoi lavori deve poter essere ricondotto immediatamente a te.

Prova a pensare ai grandi artisti: basta uno sguardo per capire che un’opera è stata realizzata da Picasso, Andy Warhol o Shepard Fairey.

Anche se non hai mai visto quell’opera non farai molta fatica ad indovinare chi è l’autore.

Tutti i collezionisti amano possedere un’opera che sia chiaramente riconducibile all’artista e uno dei fattori che permettono ad un’opera di essere più quotata rispetto ad un’altra è proprio la sua riconoscibilità.

 

ESSERE RICONOSCIBILE NON SIGNIFICA FARE OPERE "TUTTE UGUALI"

Alcuni artisti, soprattutto quelli più poliedrici, storcono il naso di fronte al concetto di riconoscibilità, perché hanno l’impressione di dover essere “incasellati” o costretti a limitare la propria creatività.

In realtà la riconoscibilità di un artista non implica che le sue opere siano “tutte uguali”.

Come dico spesso agli artisti che fanno coaching con me, è la comunicazione che deve essere omogenea, il messaggio deve essere mirato e targettizzato, anche se quelle che proponi sono opere molto diverse le une dalle altre.

 

Damien Hirst con uno dei suoi "dot painting".

 

Pensa a Damien Hirst.

Non si può certo dire che le sue opere siano tutte uguali: è passato dagli armadietti con i medicinali, agli animali in formaldeide, ai dot painting fino ai teschi tempestati di diamanti!!!

Eppure il suo è un brand eccezionale perché tutto il suo lavoro artistico presenta un’unità di fondo: la voglia di provocare, far discutere, creare un avvenimento e sconvolgere lo spettatore.

C’è un filo conduttore nella sua figura di artista che lo rende riconoscibile, un’icona dell’arte contemporanea.

Insomma, il suo è un brand davvero efficace!

 

COME PUOI MIGLIORARE IL TUO BRAND?

Innanzitutto la tua presenza sui social o su altri canali di comunicazione non deve essere lasciata al caso o all’impulso del momento, ma deve essere mirata a rappresentarti il più possibile.

Per iniziare a lavorare su questo aspetto ti consiglio di prenderti del tempo per rispondere alle seguenti domande:

  • Qual è il tuo messaggio?
  • Cosa rende la tua arte sorprendente e degna di essere menzionata?
  • Qual è l'aspetto unico delle tue opere d'arte?Scrivi un elenco con tutte le caratteristiche che rendono le tue opere immediatamente riconducibili a te (soggetti rappresentati, tecnica, tematiche, stile, ecc.).
  • Che cosa offre la tua opera d'arte che nessun altro può duplicare?
  • Cosa ti distingue dagli altri artisti?
  • Quali sono i tuoi punti di forza?

 

Vedrai che questo esercizio ti aiuterà moltissimo a fare chiarezza sulla tua figura artistica e a presentarti al pubblico in maniera più chiara, accattivante ed efficace perché ti aiuterà a mettere in luce i tuoi punti di forza e quello che ti rende un artista unico e speciale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.