Come scrivere un Curriculum per artisti

Il Curriculum Vitae per artisti è facile da realizzare se sai come farlo e questo articolo ti aiuta a redigerlo in modo corretto.

Il Curriculum Vitae è un documento che descrive il tuo percorso artistico. È una sorta di carta d’identità del tuo operato e contiene alcuni punti essenziali che fanno da rappresentanza al tuo lavoro.

Come tutti, anche gli artisti devono crearsi un CV ad hoc per ogni evenienza.

Tieni presente però che quello che va inserito in un Curriculum Vitae varierà a seconda dell’utilizzo che ne vuoi fare.

Non esistono infatti regole definite per crearne uno corretto. Inserirai di volta in volta i punti sotto indicati, in funzione di chi leggerà il tuo CV.

 

 

Ecco i punti da sviluppare per creare un CV appositamente pensato per gli artisti.

 

INTESTAZIONE: INFORMAZIONI DI CONTATTO 

Mantieni uno stile minimalista e utilizza un indirizzo email professionale. 

 

Esempio:

Leonardo Da Vinci

+39 345 453 7652

leonardodavinci@gmail.com

www.leonardodvinci.com

 

Oltre al tuo nome, se vuoi, puoi includere dove e quando sei nato e dove vivi e lavori, oltre ai tuoi dati di contatto e al sito web.

 

FORMAZIONE SCOLASTICA

In questa sezione metti i dettagli della tua formazione scolastica con le cose più recenti che hai fatto per prime.

Non ti preoccupare se sei un autodidatta, in questo caso va bene lasciare vuota questa parte. Non verrai considerato male per questo.

Se desideri includere dei workshop a cui hai partecipato, la regola generale è quella di fare riferimento all'insegnante con il quale hai studiato.

La cosa importante è includere solo le informazioni relative alla tua istruzione che sono rilevanti per la tua carriera artistica. 

 

Esempio 1: Ho studiato da: Andrea del Verrocchio

Esempio 2: Accademia di belle arti di Bologna, Grafica d’arte, 2018

 

Da ricordare: utilizza l'ordine cronologico inverso con gli elenchi datati della tua esperienza e inserisci la qualifica o il corso più recente in cima all'elenco.

  

MOSTRE PERSONALI E COLLETTIVE

Indica in questa sezione le mostre che hai fatto, specificando se le hai realizzate da solo o in gruppo. Includi anche l'anno di esposizione, il nome della mostra, la galleria e la posizione geografica. Scrivi anche il nome del curatore, se è noto.

Se hai fatto molte mostre (più di 10 o 15), crea la sezione 'Mostre Selezionate' e includi solo le più interessanti.

Puoi anche includere mostre che farai in futuro, indicandole come prossime.

 

Esempio:

2019 Accademia Carrara di Bergamo: Illustrazioni d’ambiente (prossimamente)

2018 Accademia di belle arti di Bologna - Floricultura, Arte moderna

2018 Accademia di belle arti di Firenze – I giardinetti, mostra collettiva

 

Se non hai ancora partecipato a mostre, non inserire questa sezione.

 

 

COLLEZIONI

Questo è il posto dove elencare collezioni / musei in cui è  esposto il tuo lavoro.

Se hai il loro permesso elenca tutte le collezioni private o pubbliche per le quali è stato acquistato il tuo lavoro e includi prima l'anno di acquisto, il nome del collezionista / fondazione / azienda ecc.

Esempio:

Acquisito 1490. L'ultima Cena. Convento di Santa Maria delle Grazie. Milano, Italia.

 

PREMI

Fornisci i dettagli di tutti i premi che hai vinto o per i quali sei stato selezionato. Includili in questa sezione indicando prima la data, seguita dal nome del premio e dall'organizzazione premiante.

 

Esempio:

2016 Il premio mondiale Leonardo da Vinci, Associazione Leonardo da Vinci

 

PUBBLICAZIONI

Inserisci in questa sezione le pubblicazioni - articoli, libri, articoli accademici ecc. - che hanno scritto su di te o sul tuo lavoro.

Includi il nome dell’articolo, il nome della pubblicazione, il numero del volume e la data in modo che possa essere consultata. Includi un link Web, se è disponibile.

"Titolo dell'articolo." Titolo della pubblicazione. Volume # (se applicabile), data. Link (se disponibile)

 

Esempio:

"I 500 anni dalla morte di Leonardo: gli eventi in Europa per celebrare il maestro rinascimentale." Artribune. 16 dicembre 2018.

https://www.artribune.com/dal-mondo/2018/12/i-500-anni-dalla-morte-di-leonardo-gli-eventi-in-europa-per-celebrare-il-maestro-rinascimentale/

 

Se sei inserito in molte pubblicazioni scegli i pezzi più importanti da includere. Se non hai pubblicazioni da indicare, non mettere questa sezione nel tuo CV.

 

LUNGHEZZA

Il tuo CV deve essere chiaro e conciso, e preferibilmente non deve superare le 2 pagine di lunghezza.

 

DA RICORDARE:

  • Mantieni il design e il layout del tuo CV molto semplici. Evita caratteri o disegni elaborati.
  • Usa solo inchiostro nero - i CV possono essere fotocopiati o stampati e le stampe a colori potrebbero non risultare.
  • Personalizza il tuo CV per ogni evenienza. Leggi attentamente queste linee guida per qualsiasi lavoro tu lo stia facendo, e includi solo le informazioni rilevanti per la persona che leggerà il tuo CV.
  • Aggiorna il tuo CV ogni volta che effettui un lavoro nuovo o qualcosa di utile da inserire nelle sezioni. Scrivi il tutto in modo sintetico.

 

EVITA DI:

  • Inserire informazioni non necessarie.
  • Inserire informazioni sulle qualifiche scolastiche non strettamente necessarie. È necessario includere solo qualifiche superiori o ulteriori (come workshop o altro). Puoi includere corsi brevi che hai svolto ma che siano pertinenti alla proposta di CV, come ad esempio la formazione di Final Cut Pro se stai facendo domanda per una nuova installazione multimediale.
  • CV lunghi. Non è più utile come una volta avere un CV lungo, soprattutto se sei appena agli inizi. Punta al massimo a 2 pagine di A4.
  • Scrivere con un testo schiacciato o piccolo. Pensa alla composizione e al layout e assicurati che sia facile da leggere.
  • Includere fotografie del tuo lavoro - queste dovrebbero essere incluse altrove nella domanda di ammissione o nella presentazione, se richiesto.
  • Usare più di un font o caratteri tipografici - mantieni il layout il più semplice possibile.
  • CV in "stile prosa" - usa solo titoli o punti stile elenco per facilitare la lettura.

 

Esistono molti siti online che ti forniscono dei template per realizzare facilmente il tuo curriculum. Uno molto interessante lo puoi trovare a questo link.

 

E tu hai un CV redatto, o ne hai usato uno da applicare a gallerie o mostre? Che consiglio daresti ai nuovi artisti che desiderano scrivere il loro primo CV? Fammelo sapere nei commenti!

 


 

Vuoi vendere le tue opere on-line ma non sai da dove cominciare?

Ti aiuto personalmente a creare un brand on-line efficace e una strategia di comunicazione e di vendita delle tue opere on-line.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.