Come decidere il prezzo delle tue opere d’arte

Quanto costa la tua opera d’arte?

Molti artisti trovano difficile rispondere a questa domanda. Non è facile decidere un prezzo, soprattutto se ti stai approcciando per la prima volta al mercato.

In alcuni momenti senti che la tua opera merita di essere acquistata ad un prezzo altissimo perché per te ha un grande valore, soprattutto emozionale. Altre volte pensi che nessuno vorrebbe pagare per la tua arte e che forse non dovresti nemmeno cercare di venderla.

Alcuni artisti, presi da queste emozioni contrastanti, arrivano a cambiare drasticamente il prezzo delle loro opere da un giorno all’altro, magari scoraggiati dal fatto di non essere riusciti a vendere al primo tentativo.

In effetti dare un prezzo ad un opera non è un lavoro semplicissimo, ma sicuramente siamo d’accordo sul fatto che due sono gli obiettivi principali di un artista:

  1. Vendere le proprie opere.
  2. Guadagnare il più possibile dal proprio lavoro.

In questo articolo troverai 6 consigli che ti aiuteranno a dare un prezzo alle tue opere d’arte.

 

NB:

Ovviamente se sei un artista che ha già una carriera alle spalle che gli ha permesso di poter prezzare le proprie opere con il metodo del "coefficiente" i consigli che seguono non ti servono. Se invece sei alle prime armi e ti affacci al mercato per la prima volta questi consigli ti saranno utili.

 

1. CALCOLA I TUOI COSTI

Il primo passo che devi fare è quello di calcolare il costo dei materiali che hai utilizzato.

Quanto costa la tela? E i colori che hai utilizzato? La creta? E così via.

È importante che il prezzo a cui andrai a vendere la tua opera non sia mai inferiore ai costi che hai sostenuto per realizzarla.

2. QUANTO VALE IL TUO TEMPO?

Ovviamente per realizzare l’opera ti è servito del tempo. Ebbene, la domanda è: quanto vale un’ora del tuo tempo? Una volta che lo hai stabilito moltiplica questo valore per il numero di ore che hai impiegato per la realizzazione dell’opera.

Facile? Non molto.

Molti artisti fanno fatica a darsi un “prezzo orario”. Considera che il tale prezzo aumenta con l’aumentare della tua fama e visibilità , quindi se sei alle prime armi non esagerare… Se vuoi aumentare questo valore devi di pari passo lavorare sul tuo brand e sulla tua visibilità, quindi ci vuole del tempo.

Quindi se ritieni che un’ora del tuo tempo valga 10€ e hai impiegato 15 ore per realizzare un’opera spendendo 50€ di materiali dovrai fare il seguente calcolo: 10€ x 15 = 150€+ 50€ = 200€

3. DIMENSIONI

Le dimensioni contano quando si parla del prezzo di un’opera.

Ovviamente più è grande l’opera maggiori sono i costi che hai dovuto sostenere a livello di materiali e di tempo impiegato per la sua realizzazione. E i tuoi prezzi dovrebbero variare in base a questo fattore. Per esempio un’opera più piccola potrebbe costare 100€ mentre quelle più grandi 200€.

L’ideale sarebbe quello di realizzare opere di varie dimensioni per abbracciare un bacino di acquirenti più ampio.

4. SII REALISTICO

Quando devi decidere il prezzo di una tua opera cerca di essere realistico.

Rispondere alle seguenti domande può aiutarti a rimanere con i piedi per terra:

    • Da quanto tempo realizzi opere d’arte?
    • Da quanto tempo sei sul mercato e vendi le tue opere?
    • Quante opere vendi ogni anno?
    • Quanti sono i tuoi fan?
    • Quanto spendi in materiali?
    • Quanto sono grandi le tue opere?
    • Quanto tempo impieghi per realizzare un’opera?

Se in un anno non hai venduto neppure un’opera forse dovresti rivedere i tuoi prezzi, se invece hai tantissimi fan potresti pensare di alzarli.

In ogni caso cerca di essere il più realistico possibile, magari cercando anche di confrontarti con qualcuno che possa aiutarti ad essere obiettivo.

5. SII COERENTE

Mantieni i prezzi uniformi il più possibile.

Non c’è niente di peggio per chi vuole comprare una tua opera del vederla venduta a prezzi diversi in luoghi diversi. Agli occhi di un compratore perderai credibilità e anche il tuo lavoro perderà valore.

6. OSSERVA LA CONCORRENZA

Utilizza la rete per fare delle ricerche on-line e vedere a quale prezzo vendono i tuoi competitor, ovvero artisti con un’esperienza simile alla tua. Calcola il prezzo medio delle loro opere. In questo modo avrai un buon punto di paragone a cui potrai fare riferimento.

Osserva quello che fanno: hanno un blog? Quanti sono i loro fan? Che temi prediligono?

Questo non ti serve per copiarli, ma per domandarti: in che modo io posso migliorare?

Dare un prezzo alle tue opere non è un lavoro semplice . Ci sono tantissime variabili da tenere in considerazione.

Considera in ogni caso che qualsiasi prezzo tu decida non ha alcun valore se nessuno comprerà le tue opere.

Per questo devi lavorare sul tuo brand e imparare a farti conoscere.

Sii paziente, crea le tue opere e lavora sul tuo brand.

Oggi come oggi non basta più che tu sia un bravo artista.

Devi imparare anche a farti conoscere e a creare e gestire il tuo business.

Buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.